Storia

2016
Il tempo è stato clemente e ha regalato una notte stupenda ai partecipanti della prima edizione del Venice Night Trail, la corsa notturna partita sabato sera alle ore 21 dal terminal passeggeri di San Basilio a Venezia, organizzata dal Venicemarathon Club con l’ospitalità dell'Autorità Portuale, e che ha visto trionfare Giovanni Iommi e Francesca Pretto. Una novità nel suo genere che ha avuto subito grande successo, facendo chiudere le iscrizioni un mese e mezzo prima una volta raggiunte le 2.000 adesioni.  Uno spettacolo incredibile è stata la partenza dei corridori, che hanno formato un serpentone luminoso grazie all'effetto delle lampade frontali. Tra i concorrenti, al via c’era anche l'assessore al bilancio del Comune di Venezia Michele Zuin.
 
Il giorno dopo la pioggia incessante non ha smorzato l'entusiasmo degli atleti che si sono presentati al Villaggio già dalle otto del mattino per le due corse in programma a partire dalle 10: la 8^ Corrimestre (10 km competitiva) e la 4^ Panoramica aperta a tutti e su tre diverse distanze (5 - 11 e 18 km). Entrambe le corse hanno attraversato i viali verdi del parco e il bosco dell'Osellino e il percorso da 18 km della Panoramica ha abbracciato anche Forte Marghera.
A vincere la Corrimestre per la seconda volta è stato il ventinovenne di Noale Luca Solone dell'Atletica Biotekna Marcon con il tempo di 32'44" seguito da Filippo Barizza (Atletica Dolomiti Belluno) distaccato di soli 42 secondi.
In campo femminile, la gara è stata vinta dalla ventottenne di Chirignago Erika Michielan, portacolori dell'Amatori Atletika Chirignago, che ha percorso i 10 km del percorso in 40'27" davanti a Ilaria Gurini e Elena Camali.


2015
Nella Corrimestre, vittoria del padovano Diego Avon della Spak4 Padova, che si è imposto con netto distacco su Filippo Barizza e Giovanni Iommi.
In campo femminile, vittoria alla 41enne Ilaria Gurini della Essetre Running, davanti a Stefania Satini e Marilisa Trombetta.
Con la Panoramica, i verdi viali di San Giuliano si sono colorati di persone che correvano o passeggiavano in compagnia del proprio cane o con passeggini, carrozzine e bastoncini. Tra questi anche il campione olimpico e mondiale di sci di fondo Pietro Piller Cottrer, adesso testimonial e istruttore di Nordic Walking. La Panoramica, oltre al parco San Giuliano, nei due percorsi più lunghi, quelli di 11 e 18 chilometri, abbracciava anche il Parco dell’Osellino e il Forte Margera. La più giovane partecipante è stata Elena Sofia, una bambina di 7 mesi che ha dormito indisturbata nel passeggino per tutti i 5 chilometri di percorso, mentre il piccolo Elia di 6 anni, rugbista di Mira, questa mattina ha voluto a tutti i costi portare a termine la 11 chilometri in compagnia del papà Luciano. Curiosità hanno suscitato anche i ‘Vegan Runner’, un nutrito gruppo di appassionati che abbinano con successo una dieta vegana allo sport praticato. 


2014
Come da pronostico, il maratoneta azzurro Ruggero Pertile ha rotto da subito gli indugi portandosi al comando della gara, accompagnato fino al terzo chilometro da Luca Solone, vincitore lo scorso anno e poi secondo al traguardo. Pertile, che doveva testare il motore dopo un lungo periodo di carico, ha fatto una gara controllata e in progressione: "Ho corso in maniera molto regolare, spingendo un po' di più nel finale anche perché sapevo che il percorso era abbastanza tecnico ed impegnativo, ma molto bello – ha dichiarato il portacolori dell'Assindustria Padova al traguardo - sono contento di come sia andata oggi, ho avuto buone sensazioni e i riscontri che cercavo per impostare il lavoro dei prossimi mesi in vista della maratona agli Europei di Zurigo". Il tempo finale del padovano è stato di 31'48", seguito da Luca Solone (33'18") e dal più volte campione italiano di triathlon Alberto Casadei (33'36").
Anche in campo femminile sono state confermate le attese della vigilia, con la padovana Giovanna Pizzato che ha vinto la gara dominando sin dai primi metri e chiudendo nel tempo di 37'27", con un ampio distacco su Paloma Morano (38'53"). La portacolori della Essetre Running, in preparazione per la Moonlight Half Marathon del prossimo 24 maggio, è soddisfatta della prestazione di oggi: "Sono molto felice di come sia andata. Mi è piaciuto molto il percorso e ho sentito ottime sensazioni. La Corrimestre era per me una tappa di avvicinamento alla Moonlight di fine maggio e oggi ho capito di essere sulla strada giusta". Sul terzo gradino del podio è salita Erika Granato che ha corso in 39'24".
Nella Corrimestre, la società più numerosa è stata il Running Team Pettinelli, unica ad aggiudicarsi il viaggio per due persone a New York con 59 atleti classificati. Nella Panoramica, premiati i gruppi più numerosi quali: Life Style Coach (134 partecipanti), Venicemarathon (28), Essetre (22) e Podisti Dolesi (20).


2013
Nella gara maschile, come da pronostico, la sfida si è accesa sul secondo dei tre giri tra Mirko Signorotto che ha provato a staccare Luca Solone, l'altro favorito della vigilia. Ma l'atleta della Biotekna Marcon ha calato l'asso nell'ultimo giro, andando a vincere la gara con un distacco di 5 secondi proprio su Signorotto.
Continua la tradizione in campo femminile di Silvia Pasqualini che mette la firma anche sull'edizione 2013, dopo aver vinto quelle del 2011 e 2012. La portacolori dell'Atletica San Giacomo, classe 1972 e madre di due figli, ha condotto la gara in solitaria spingendo dal primo all'ultimo metro.
Premiate anche le società sportive con il maggior numero di atleti al traguardo. Il primo premio è andato al Running Team Pettinelli con 74 atleti classificati, seguito dall'Atletica Valdobbiadene con 21, l'Atletica San Rocco con 17, la Essetre Running e Venezia Runners Atletica Murano a pari merito con 15 atleti.
Dieci minuti dopo la CorriMestre è partita anche la prima edizione de 'La Panoramica', gara non competitiva che si è sviluppata su due percorsi: uno di 5 tutto all'interno del Parco e uno di 11, che ha avuto la peculiarità di passare all'interno del Bosco dell'Osellino e attraverso il campo trincerato di Forte Marghera. Molto apprezzato il percorso che ha permesso ai partecipanti di scoprire un'altra perla di Venezia.


2012
Per la gara femminile, sui 2 giri di percorso (per un totale di 4,9 km), Silvia Pasqualini, tesserata per la Idealdoor S. Biagio e già vincitrice lo scorso anno, ha stravolto il pronostico della vigilia andando ad imporsi con una bella progressione su Giovanna Pizzato e Giovanna Epis, infliggendo rispettivamente distacchi di 14" e 40". La Pasqualini, che si trovava in seconda posizione nella classifica generale del Grand Prix Strade d'Italia (cat. MF40), dopo questa vittoria balza al comando.
La gara maschile riservata agli atleti over 45 è stata dominata da Flavio Olto, leader del Grand Prix nella categoria MM 45, ha avuto la meglio su Ulisse Damo e Giorgio Centofante, mentre nella gara maschile della categoria assoluti e amatori (9,8 km totali) , il tutto si è giocata nell'ultimo dei quattro giri, con il marocchino Abdoullah Bamoussa dell'Atletica Brugnera Friulintagli che si è imposto sul vincitore dello scorso anno Simone Gobbo e su David Daris.
Vince il premio come società più numerosa la Pettinelli di Mestre.


2011
È il trevigiano Simone Gobbo ad aggiudicarsi la 3a edizione della CorriMestre valevole come 5a tappa del Grand Prix Strade d'Italia.
Sulle note dei Rolling Stones suonate dai Voodo Tongue, in una Piazza Ferretto gremita di pubblico il portacolori dell'Atletica San Rocco, leader della classifica del circuito a tappe, si è imposto nei 9.950 m di percorso su Mirko Signorotto e Giovanni Iommi, terzo al traguardo anche lo scorso anno.
In campo femminile, sui 5.250 m di gara Silvia Pasqualini ha vinto con oltre un minuto di distacco su Eva Vignandel e Sabrina Boldrini. La Pasqualini era al secondo posto della classifica a tappe e dopo il successo di questa sera balzerà al comando.


2010
La seconda edizione della CorriMestre non tradisce le attese. Come lo scorso anno, grande è stata l’affluenza di pubblico in Piazza Ferretto e lungo le vie del centro di Mestre per applaudire il passaggio degli atleti.
Ad avere la meglio, il marocchino dell’Atletica Brugnera Friulintagli Abdoullah Bamoussa che ha strappato di un soffio la vittoria a Paolo Sandali dell’Atl. Sernaglia Mob.Villanova. Per entrambi, il crono dei 5 giri di gara (10.250 metri) è stato di 31’32”. Terzo, in 32’04”, l’atleta della categoria senior/master MM35 Giovanni Iommi della G.P. Livenza Sacile. In campo femminile, a salire sul gradino più alto del podio questa volta è Paola Mariotti dell’Atletica Brugnera Friulintagli, seconda lo scorso anno alle spalle della keniana Wanjiku, che ha chiuso i 3 giri metri 18’25”. Dietro di lei, come lo scorso anno, Paloma Morano Salado della Venezia Runner’s Atl. Murano (19’18”) e Michela Ipino della Atl. Bassano Running Store (19’28”).


2009
Doveva essere una prima tappa d’avvicinamento alla 24a Venicemarathon di fine ottobre e invece la prima edizione della CorriMestre+ rivendica già un precisa identità e registra subito grandi successi. Più di 10.000 persone si sono riversate ieri sera in Piazza Ferretto e lungo le vie del centro storico di Mestre per applaudire il passaggio degli oltre 800 atleti che hanno preso via a questa prima 10 km agonistica, voluta ed organizzata dal Venicemarathon Club, in collaborazione con il Gruppo Rizzato e Molo 10. La scena, ancora una volta, è stata dominata dal Kenya. In campo maschile è Eligy Ngeny Kibet del Nike Athletic Team Brescia, che ha concluso i 5 giri in 29’50”, ad apporre la prima firma nell’albo d’oro della manifestazione davanti al italo-marocchino e bellunese d’adozione Said Boudalia dell’Atletica Brugnera Friulintagli (30’27”) e al goriziano David Daris dell’Atletica Goriza Friulicassa (32’04”). Stesso copione anche in campo femminile con il successo di Hellen Mugo Wanjiku del Nike Athletic Team Brescia seguita da Paola Margotti (35’44”) dell’Atletica Brugnera Friulintagli e da Paloma Morado Salado (38’33”) della Polisportiva Venezia Triathlon. Da sottolineare il 4° posto di Nadia Dandolo, ex primatista azzurra dei 5.000 e specialista del mezzofondo e cross, portacolori della Atletica Asi Veneto, che ha chiuso in 38’49”. La gara era valevole anche come 4a tappa del Grand Prix Strade d’Italia 2009, il circuito di gare su strada di promozione turistica del territorio che si concluderà proprio il 25 ottobre con la 24a Venicemarathon.

  • IMGContatore
  • 462x308 ali
  • 462x308-garmin
  • 462x308 interparking eng
  • 462x308 air france ita
  • Venice BANNER 462x308
  • Venice BANNER 462x3086
  • MHMCavallinoJesolo
  • Venice BANNER 462x3089

Ultime news

STORIES BY RUN – Vivere in laguna: acqua dolce o acqua salata?

Leggi di più
Sponsor Garmin Venice Night Trail
  • 218x108 garmin
  • 218x108-ali aliper
  • 218x108 karhu
  • 218x108 airfrance
  • 218x108 san benedetto istituzionale
  • 218x108 interparking
  • 218x108 bavaria
  • 218x108 palmisano
  • 218x108 zuegg
  • 218x108 garmin